57esima posizione per l’Italia nella speciale classifica di sulla libertà di stampa, stilata ogni anno da “Reporter senza Frontiere”.

Italia che, se si far riferimento alla classifica dello scorso anno, perde ben quattro posizioni, risultando così al 57esimo posto su 179 paesi in classifica.

Quindi un peggioramento per l’Italia. Tranne la posizione dell’Italia, è rimasta comunque “immutata” la situazione per buona parte dei paesi europei.

Infatti, come sottolineato dalla nota di Reporter senza Frontiere, “sedici paesi che fanno parte dell’Unione Europea sono tra i primi trenta posti della classifica”. Anche se, ci tengono a sottolineare i membri di Rsf, “si sta sfasciando il modello europeo”.

Una cattiva legislazione, specie quella del 2011, ha portato ad alcuni paesi europei a perdere tantissime posizioni in classifica: un esempio sono le sedici posizioni perse dall’Ungheria, un posto prima dell’Italia.

Così come alcuni paesi europei, anche l’Italia paga questa pessima posizione in classifica a causa della mancata depenalizzazione della diffamazione, e la presenza ancora di leggi bavaglio imposte dai vari governi.

Un bel po’ distante dall’Italia troviamo anche la Grecia (84esimo posto), che perde ben quattordici posizioni. In questo caso a condannare la Grecia sono “l’ambiente professionale e sociale disastroso dei giornalisti”.

Al primo posto della classifica troviamo la Finlandia, che per la terza volta consecutiva si trova come leader nella speciale classifica: è il paese che rispetta più di tutti la libertà di stampa. Dopo la Finlandia ci sono Olanda e Norvegia.

Al quattordicesimo posto, poi, senza dubbio forte sia di una legislazione che di una tradizione più favorevoli di quelle italiane, si colloca anche la Svizzera – di fatto, dunque, uno dei paesi con la più alta libertà di stampa al mondo.

Buona parte dei paesi democratici si trovano nelle parti alte della classifica, mentre non cambia nulla per i paesi dove vige la dittatura. Infatti alle ultime tre posizioni non è cambiato nulla: come lo scorso anno terz’ultimo il Turkmenistan, al penultimo la Corea del Nord e all’ultimo l’Eritrea.

Per la prima volta però Reporter Senza Frontiere, oltre alla classifica per ogni paese, ha pubblicato anche un “indicatore” globale. Questi i dati: 17,5 per l’Europa, 34,4 per l’Africa, 42,2 per l’Asia Pacifico, 45,3 per la Russia ed ex Urss, 30,0 per le Americhe e 48,5 per Nord Africa e Medio Oriente.

Libertà di Stampa: Svizzera 14esima, Italia 57esimaGiovanni AngioniNotizie57esima posizione per l’Italia nella speciale classifica di sulla libertà di stampa, stilata ogni anno da “Reporter senza Frontiere”. Italia che, se si far riferimento alla classifica dello scorso anno, perde ben quattro posizioni, risultando così al 57esimo posto su 179 paesi in classifica. Quindi un peggioramento per l’Italia. Tranne la...Dal 2010 la tua guida al mondo delle banche in Svizzera