Ammonterebbe a ben 560 milioni di Euro, secondo le stime fornite dalla Procura Generale di Stato Egiziana, la fortuna custodita negli istituto di credito Elvetici a nome dell’ex leader dello stato nord-africano Hosni Mubarak e dei suoi più stretti familiari e collaboratori.

Nel corso del periodo turbolento seguito ai ben noti sommovimenti nei Paesi interessati della Primavera Araba, di cui l’Egitto è stato uno degli epicentri, le Banche svizzere, supportate da decreti della Corte di Giustizia Elvetica, hanno preferito adottare un approccio prudente, congelando questi bene ed inibendo nel contempo l’accesso a qualsiasi informazione ad essi relativa, anche nei confronti dei governi che hanno sostituito Mubarak: sia quello di transizione rappresentato dalla giunta militare, sia quello uscito dalla consultazione elettorale, che ha visto l’affermazione del partito di ispirazione islamista dei Fratelli Musulmani, guidato dall’attuale presidente Morsi.

L’ultimo di questa serie di rifiuti risale allo scorso 1° febbraio, quando ancora una volta gli istituti di credito elvetici hanno rifiutato la restituzione dei capitali appartenuti alla famiglia Mubarak.

Stavolta però, l’attuale governo egiziano si è mostrato meno remissivo, ed ha intimato alle autorità bancarie e giudiziarie di produrre dei documenti legali che giustifichino il trattenimento delle somme di cui è stato richiesto il rientro in patria.

Le richieste del governo del paese nord-africano sarebbero state, a detta delle autorità svizzere, accolte completamente, sebbene l’iter che porterà allo sblocco definitivo di questa ingente somma di denaro pare essere tuttora lungi dal proprio termine.

Pare infatti che gli istituti di credito esigano rassicurazioni sull’avvenuta stabilizzazione della situazione socio-politica in Egitto, prima di procedere ad esaudire le pressanti richieste provenienti dal Cairo.

Giovanni AngioniNotizieAmmonterebbe a ben 560 milioni di Euro, secondo le stime fornite dalla Procura Generale di Stato Egiziana, la fortuna custodita negli istituto di credito Elvetici a nome dell'ex leader dello stato nord-africano Hosni Mubarak e dei suoi più stretti familiari e collaboratori. Nel corso del periodo turbolento seguito ai ben...Dal 2010 la tua guida al mondo delle banche in Svizzera