Apertura positiva per la Borsa Svizzera, insieme alle principali piazze europee. Il principale indice azionario svizzero, l’SMI ha registrato in mattinata lo 0,44% con 8’128.35 punti. L’SPI, invece, ha registrato un dato di 0,29% con 7’628.57 punti. L’abbandono dell’azienda da parte del CEO Joe Hogan ha determinato un calo di percentuale (-1,49%) per l’ABB, multinazionale che si occupa di tecnologie per l’energia e l’automazione, influente sulla percentuale dei principali indici della Borsa elvetica. Adecco, Credite Suisse e Novartis hanno rispettivamente registrato una crescita del 4,04%, 2,43% e 2,35%. La Swisscom, la principale compagnia telefonica elvetica, ha registrato una crescita dello 0,12% grazie all’annuncio dell’abolizione del blocco delle schede SIM sull’iPhone.

La Borsa Svizzera sta crescendo grazie ai dati congiunturali positivi: gli alti tassi di Germania e Stati Uniti, il basso costo del denaro, l’abbassamento dei tassi di riferimento. La settimana finanziaria elvetica è iniziata con una novità: il raggiungimento di 8000 punti. Un risultato che non si raggiungeva da 2008 e che ha influenzato positivamente anche gli altri indici finanziari. Il rialzo è anche generato dal lavoro di investimento delle importanti aziende, come l’Adecco che ha conquistato la fiducia degli investitori con i suoi obiettivi e il controllo dei costi.

Erica TrevisanNotizieApertura positiva per la Borsa Svizzera, insieme alle principali piazze europee. Il principale indice azionario svizzero, l'SMI ha registrato in mattinata lo 0,44% con 8'128.35 punti. L'SPI, invece, ha registrato un dato di 0,29% con 7'628.57 punti. L'abbandono dell'azienda da parte del CEO Joe Hogan ha determinato un calo...Dal 2010 la tua guida al mondo delle banche in Svizzera